violenza cheta – INSTALLATION

VIOLENZA CHETA


 

Schermata 06-2457196 alle 14.27.16


È un percorso di sei installazioni dedicate alle “piccole” violenze più o meno tacite e invisibili, di cui in particolare le donne sono bersaglio, e che influenzano il modo di percepire il rapporto con il proprio corpo, di collocarsi nella società e di accettarsi. Lo spettatore viene guidato lungo sei stanze da un libretto di “istruzioni per l’uso”.
La mostra infatti richiede la diretta partecipazione dello spettatore che viene chiamato ad “agire” in prima persona: aprendo scatole e leggendo gli imbarazzi segreti delle donne, ascoltando i pensieri di una giovane quando si esamina davanti allo specchio, bucando con uno spillo un palloncino bianco e inchiodando al muro “parole” per cambiare la visione del mondo dominante e affermare la propria. Le azioni che vengono richieste al pubblico sono, in alcuni casi, portatrici di un significato simbolico, altre invece sono state studiate per sollevare interrogativi e scambi di opinione.
Per la realizzazione del progetto, in particolare per due installazioni:“pensieri in scatola”
e “corpi docili” sono state organizzate alcune interviste. Gli incontri sono avvenuti in un contesto di rara intimità, davanti a una tazza di tè e qualche biscotto in cui le donne coinvolte si sono sentite libere di esprimere i loro disagi e i loro imbarazzi.
Questi momenti di “agorà” tutti al femminile hanno rappresentato una tappa fondamentale del progetto.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Six installations dedicated to those small violent acts, which could be quite or invisible, that are able to influence women and their way to perceive their bodies, the love that they feel for themselves and the capacity to collocate themselves in society.
“VIOLENZA CHETA” is an interactive project where spectators are directly involved thanks to an instruction brochure.
They are called to enter the scene: opening boxes, exploding a balloon, listening an audio or nailing a thought. The work wishes to urge questions and exchanges of opinions among men and women.
The actions sometimes bring a symbolic meaning, sometimes want to bring up questions and exchange of opinions.
For the realization of the project Valeria organized some interviews with different kinds of women. The groups met in a rare and intimacy contest. These moments of sharing constituted a central phase of the project and made it a real experience of knowledge and exchange.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...